L’ingegnere chimico contribuisce a dare risposte concrete alle grandi sfide tecnologiche del nuovo millennio: sviluppa nuovi processi chimici sostenibili; lavora sulla protezione, salvaguardia e risanamento dell’ambiente; progetta nuovi sistemi di trasporto ecocompatibili; trova soluzioni alle esigenze energetiche e nutrizionali dell’umanità; concepisce sistemi biotecnologici avanzati; inventa e realizza materiali avanzati e nanostrutturati; crea nuovi farmaci e soluzioni per il miglioramento del benessere dell’uomo.

Il corso di studio di Ingegneria Chimica al Politecnico di Milano si posiziona al 1° posto in Italia, al 9° posto in Europa e al 30° nel Mondo, guadagnando 1 posizione in Europa e 7 posizioni nel mondo rispetto allo scorso anno, secondo l’autorevole classifica pubblicata da QS World University Ranking 2022 basata sulla reputazione accademica e sull’impatto della ricerca.

News

Presentazione del Corso di Studio in Ingegneria Chimica

BROCHUREPRESENTAZIONE

Perché scegliere Ingegneria Chimica:

Varietà nell'esperienza lavorativa

L’ingegnere chimico lavora in ambiti molto diversificati, tipicamente nei settori dei processi produttivi e di trasformazione. L’ingegnere chimico svolge diverse funzioni, che spaziano dallo sviluppo di processo e/o di prodotto, alla progettazione di impianti e apparecchiature dell'industria di processo; dalla gestione di impianti di produzione e di servizio di stabilimento, alla gestione dei servizi tecnologici e di manutenzione di stabilimento; dal controllo e ottimizzazione degli impianti e dei processi, alla gestione tecnica delle funzioni di sicurezza e protezione ambientale e ai settori di Ricerca e Sviluppo.

Qualità della didattica e dell’esperienza

L’ingegnere chimico è l’ingegnere universale.
La figura professionale dell'ingegnere chimico è apprezzata e ricercata in numerosi e diversificati settori dell'industria (non solo chimica) e dei servizi.
La flessibilità e lo spessore della sua preparazione sono universalmente riconosciuti, e consentono percorsi di carriera fino ai più alti livelli di responsabilità.

Le migliori prospettive occupazionali

Prospettive occupazionali tra le migliori in Italia e all'estero: in pratica, non esistono ingegneri chimici disoccupati.

Per approfondire l'argomento:

Cosa si può fare dopo la laurea?